TERMINI E CONDIZIONI GENERALI 1stKYC

​ GLI UTENTI SONO INFORMATI (VEDI DEFINIZIONE SOTTO) CHE QUESTO SITO WEB È STATO SVILUPPATO CON SPIRITO POSITIVO DI COOPERAZIONE TRA GLI STESSI E L’AZIENDA.
​ GLI UTENTI SONO PREGATI DI LEGGERE CON ATTENZIONE I SEGUENTI TERMINI E CONDIZIONI, CHE SI APPLICANO ALL’INTERO RAPPORTO TRA LA SOCIETÀ E GLI UTENTI.

​ 1. – Informazioni generali
​ La società che gestisce il sito web www.1stkyc.com e l’applicazione è AML SERVICES srl, una società di diritto belga, con sede legale all’indirizzo 1 Esplanade Simone Veil – 4000 Liège – Belgio, BCE 0771 320 640.
​ di seguito denominata “la Società”.
​ Se non diversamente ed espressamente concordato per iscritto, le presenti condizioni generali sono le uniche applicabili a tutte le nostre offerte, ordini, impegni o rapporti contrattuali, anche se l’utente affermasse che le proprie condizioni sono predominanti. Le condizioni generali sono state necessariamente lette e approvate al momento della stipula del rapporto e sono disponibili in qualsiasi momento sul sito web della società (www.1stkyc.com).
​ Le presenti Condizioni Generali sono redatte in francese, che sarà accettato come unica lingua di riferimento. Le traduzioni in altre lingue sono solo a scopo informativo.
​ Nessuna deroga, modifica, variazione o aggiunta ai presenti termini e condizioni sarà efficace se non in forma scritta ed espressamente accettata attraverso l’apposizione della/e firma/e autorizzata/e di entrambe le parti alla data della firma del contratto o dell’offerta da parte di entrambe le parti o successivamente. Nessuna argomentazione di favore sarà accettata, anche se accordata in precedenza.

​ 2. – 2. Definizioni
​ Le presenti condizioni si applicano all’utilizzo del sito web www.1stkyc.com, di seguito definito “il Sito”. Il Sito consente, da un lato, di ottenere una presentazione generale dell’azienda e dei suoi prodotti e servizi online e, dall’altro, di accedere all’Applicazione di cui sotto.
​ Il “FILE” deve essere inteso come l’insieme delle informazioni inserite dal Titolare e dagli Utenti da lui autorizzati nei database da loro creati.
​ Per “PROPRIETARIO” di un file si intende la persona che si è registrata come tale e che è legalmente responsabile dell’entità che si è registrata; essa è definita con il termine generico “il Proprietario”. In altre parole, il proprietario del file non è considerato il Titolare nel senso primario del termine, ma nel senso di “titolare di tutti i diritti d’uso connessi all’abbonamento, diritto che può avere anche nei confronti dei suoi dipendenti, committenti e altri collaboratori, per i quali il Titolare rimane responsabile”. Tale Proprietario, ai sensi del presente accordo, può tecnicamente, in quanto responsabile del File, invitare un Utente (che sarebbe, ad esempio, uno dei suoi mandatari) ad avere accesso al suo File, ma lo fa sotto la sua unica, piena e totale responsabilità.
​ Gli “UTENTI” del sito sono le persone definite con il termine generico “l’Utente”: si tratta delle persone che possono utilizzare il sito e le sue varie funzionalità, o solo alcune di esse, dopo essere state invitate dal Titolare, nell’ambito della loro attività professionale, indipendentemente dal loro livello di responsabilità a livello dell’entità che è stata registrata dal Titolare. Anche il Proprietario è un Utente, ma con il massimo livello di autorizzazione.
​ L’Utente è sempre una persona fisica che ha l’obbligo di identificarsi correttamente fornendo dati corretti alla Società, che non può essere ritenuta responsabile per informazioni errate o incomplete.
​ Il sito offre l’utilizzo di un’applicazione per la gestione dei dati AML/CFT (Antiriciclaggio e Contrasto al Finanziamento del Terrorismo) dei clienti del Titolare, l’’applicazione è chiamata 1stKYC.
​ Registrandosi, gli Utenti accettano formalmente di poter ricevere messaggi informativi sotto forma di mailing o qualsiasi altra notifica tecnica o informativa relativa all’Applicazione che utilizzano. A questo proposito, si rimanda alla sezione “politica aziendale sulla privacy e informativa in applicazione del regolamento sulla protezione dei dati – RGPD (General Data Protection Regulation – htps://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/VXV/HVML/?uri=CELEX:32016R0679&from=EN”).
​ Come indicato nella sezione “Riservatezza” di seguito, la Società non trasmetterà mai ad alcun operatore esterno alcuna informazione relativa agli Utenti o ai dati da essi registrati nel loro Archivio: è tuttavia autorizzata, senza previo accordo, a trasmettere tali informazioni riservate a terzi (a) se è obbligata a farlo dalla legge o da un’autorità di regolamentazione, (b) se è richiesta da un’autorità governativa o fiscale e rigorosamente entro i limiti di tale richiesta, purché sia lecita.
​ Ove la Società debba ricorrere a subappaltatori, come nel caso, ad esempio, dei server che utilizza per ospitare i suoi dati, questi server devono avere il massimo grado di sicurezza e riservatezza possibile, in conformità con le disposizioni del RGPD.
​ Che si tratti di un periodo di prova o meno, l’Utente, qui inteso in senso lato, riconosce di avere il diritto di utilizzare il sito e nulla di più. Il Titolare detiene la proprietà dei dati che ha codificato sul sito e ha la possibilità di rimpatriarli localmente in un formato standard di uso comune. Facoltà che è libero di utilizzare o meno.
​ Il tema della durata della conservazione dei dati è di esclusiva responsabilità dell’Utente: spetta a lui esaminare, in relazione alle Direttive, leggi e regolamenti da cui dipende, il modo in cui intende utilizzare lo strumento e il periodo di conservazione dei dati che ha compilato, raccolto o entrambi, grazie all’Applicazione.
​ Nel caso in cui l’abbonamento venga interrotto per più di 365 giorni (mancato pagamento), la società comunica al Titolare che distruggerà il File non utilizzato entro 5 giorni. Si richiama l’attenzione degli Utenti sul fatto che, non appena la distruzione sarà effettiva, essi non avranno più accesso ai dati altrimenti distrutti. Se, tra il primo e il 360° giorno non coperto da pagamenti del diritto di utilizzo, il Titolare dei dati decide, entro i termini indicati dalla IV Direttiva, di riattivare il suo abbonamento, in particolare per dimostrare, ad esempio, di aver effettuato ricerche sui suoi clienti o di aver adempiuto ai suoi doveri in tempo utile, dovrà pagare un importo equivalente al periodo di conservazione di tali dati, ossia un massimo di 360 giorni, prima di poter accedere nuovamente ai suoi dati.
​ Durante i periodi in cui il diritto di utilizzo dell’applicazione non è coperto dal corrispondente pagamento, gli Utenti non sono in grado di esercitare la vigilanza sulla clientela, in quanto il loro accesso è sospeso. Al di la della propria responsabilità, la Società non ha altra soluzione per gestire il problema del mancato pagamento in quanto il principio dell’applicazione è quello di consentire agli utenti di risparmiare sia carta che backup sulle proprie macchine.

​ 3. – Accettazione del prodotto
​ Il sito offre un’applicazione in stato di offerta permanente. Il fatto che un Utente si registri come Proprietario o Utente lo obbliga a leggere e ad accettare espressamente le presenti condizioni generali. L’accesso all’Applicazione non è possibile, anche in caso di utilizzo gratuito, a titolo di periodo di prova, senza la conferma della lettura e dell’accettazione espressa delle presenti condizioni.
​ L’Applicazione è fornita come strumento per i professionisti per assisterli nell’adempimento dei loro obblighi e la Società non può quindi che declinare ogni responsabilità per l’uso improprio o l’utilizzazione di questo strumento per scopi diversi da quelli a cui è destinato.
​ Registrandosi sul sito, gli Utenti accettano di accettare e utilizzare l’Applicazione così com’è e riconoscono il diritto della Società di apportare al sito qualsiasi modifica ritenuta utile per il corretto funzionamento dell’Applicazione.

​ 4. – Configurazione hardware minima
​ Per utilizzare correttamente l’Applicazione, gli Utenti devono disporre di un computer collegato a Internet tramite una linea telefonica di buona qualità.
​ Gli utenti hanno verificato la qualità della loro linea; un uso corretto richiede una connessione priva di frequenti interruzioni e con una larghezza di banda sufficiente. A titolo informativo: la perdita di connessione con il server non comporta il rischio di corruzione dei file, ma rappresenta piuttosto un inconveniente per l’Utente.
​ La Società ha verificato che il sito supporta i browser Internet FIREFOX o CHROME. Non viene fornita alcuna garanzia per altri browser. Microsoft Explorer è da evitare.
​ 5. – Limitazione di responsabilità e controllo
​ La società garantisce il corretto funzionamento dell’Applicazione, a condizione che venga utilizzata correttamente, come indicato nella Guida, per quanto possibile, nel maggior numero di lingue abituali di cui la società è a conoscenza; gli utenti sono invitati a mostrare tolleranza per quanto riguarda le traduzioni e sono altresì invitati, in caso di dubbio, a contattare la società per porre domande, preferibilmente in francese o in inglese.
​ Si veda anche l’articolo 8.
​ Nel caso in cui venga rilevato un errore di programmazione da parte della Società, quest’ultima si impegna a correggerlo nel più breve tempo possibile. La responsabilità della Società è limitata a questo preciso punto (articolo 7).
​ Gli Utenti garantiscono di avere una conoscenza sufficiente delle materie professionali oggetto dell’Applicazione messa a loro disposizione, per garantirne il corretto funzionamento. La Società non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori di trattamento o di interpretazione, quali che siano le loro conseguenze.
​ L’Applicazione è destinata all’uso in relazione ad attività legali e riconosciute nel paese di origine.
​ Nessuna delle parti sarà responsabile nei confronti dell’altra in caso di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di cui sopra attribuibili a causa di forza maggiore o a cause fortuite.

​ 6. – Assicurazione
​ La Società non potrà essere ritenuta responsabile per qualsiasi evento che si verifichi al di fuori del suo ambito di intervento e/o di fornitura di servizi. Tutte le esclusioni relative alla sua responsabilità sono riportate nelle condizioni generali.
​ Esse derivano, tra l’altro, dall’assicurazione di responsabilità civile stipulata dall’azienda (estratto sotto).
​ Per contratto di assicurazione della responsabilità civile si intende il contratto stipulato dalla Società per coprire la responsabilità civile contrattuale ed extracontrattuale che può ricadere su di essa a causa di danni di qualsiasi tipo causati a Terzi e derivanti da errori, omissioni o negligenze da essa commessi, in qualità di fornitore di servizi informatici nell’ambito delle sue attività.
​ Nessuna delle parti sarà responsabile nei confronti dell’altra in caso di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di cui sopra attribuibili a una causa di forza maggiore o ad un evento fortuito.
​ Nel contesto delle disposizioni in materia di responsabilità e assicurazione che seguono, il termine “Assicurato” può riferirsi alla Società, ma anche a determinati Utenti di una particolare funzione del sito.
​ Sono esclusi dalla garanzia dell’azienda e di conseguenza dall’eventuale responsabilità dell’azienda ai sensi del presente contratto:
​ – Danni causati intenzionalmente da un Assicurato che utilizzi il materiale messo a sua disposizione allo scopo di danneggiare gli interessi di un Terzo. Tuttavia, se l’Assicurato colpevole non è né il contraente né uno dei suoi soci, amministratori, dirigenti, organi, dipendenti esecutivi o direttori tecnici, la garanzia resta valida per l’Assicurato diverso dal colpevole, ferma restando la franchigia prevista dal contratto e la rivalsa che la società ha diritto di esercitare nei confronti di quest’ultimo.
​ Sono inoltre esclusi i danni causati da:
​ – Le procedure operative dell’impresa, accettate dagli Assicurati, o il mancato rispetto delle norme di prudenza o di sicurezza che comportino conseguenze dannose considerate quasi inevitabili a giudizio di qualsiasi persona normalmente competente in materia;
​ – Ripetizioni multiple, dovute all’assenza di precauzioni, di danni della stessa origine;
​ – La mancata sottoposizione dei metodi raccomandati o utilizzati a una sufficiente verifica preventiva, tenendo conto delle conoscenze acquisite a livello tecnico e scientifico.
​ – Danni derivanti da mancata restituzione di fondi, violazione di fiducia, appropriazione indebita, appropriazione indebita o atti simili, nonché da concorrenza sleale o violazione di diritti di proprietà intellettuale quali brevetti, marchi, design e copyright;
​ – Multe giudiziarie, transazionali, amministrative o economiche, danni punitivi o dissuasivi (come i “danni punitivi” o i “danni esemplari” previsti da alcune leggi straniere), nonché le spese giudiziarie dei procedimenti repressivi.
​ – La responsabilità civile degli amministratori e dei dirigenti della società è prevista dalla legislazione vigente in caso di cattiva gestione da parte loro in qualità di amministratori o dirigenti.
​ – Responsabilità di subappaltatori, partner o membri di un consorzio o di un’associazione temporanea che lavorano in collaborazione con la Società.

​ 7. – Responsabilità dell’utente
​ L’Utente si impegna espressamente, nonostante il ricorso ai servizi di assistenza, a segnalare il prima possibile, per iscritto, ogni problema tecnico di qualsiasi natura che dovesse incontrare nel corso dell’utilizzo del servizio.
​ Se si scopre che un Utente non ha rispettato questo dovere di cura e di buona collaborazione entro il più breve tempo possibile dal verificarsi di un problema, l’Utente può essere ritenuto responsabile del danno o del suo aggravamento.
​ Fatto salvo quanto sopra, la piena responsabilità della Società nei confronti degli Utenti per i Servizi forniti ai sensi del presente Contratto, nonché per qualsiasi negligenza, azione positiva o omissione da parte dei consulenti della Società, siano essi subappaltatori o agenti, tenendo conto della morte, delle lesioni, delle perdite o dei danni causati da, o risultanti da, tali entità, non sarà in alcun caso sostenuta nel caso in cui le azioni dell’Utente interferiscano con i servizi della Società.
​ Poiché nell’ambito delle presenti condizioni si applica il diritto belga, sia a causa della sede legale della Società, che si rivolge a professionisti, sia a causa della clausola di scelta del foro stipulata ed espressamente accettata nelle presenti condizioni generali, non è possibile rivendicare altro che il danno effettivo.

​ 8. – Utilizzo dell’helpdesk
​ L’helpdesk alla voce “Serve aiuto / Nuovo ticket di aiuto” è sempre disponibile. Questo è l’unico modo corretto per contattare l’helpdesk. La Società non garantisce un corretto follow-up delle richieste di assistenza presentate in altro modo.
​ Il prezzo del servizio di assistenza è incluso nella quota di iscrizione.
​ L’azienda farà del suo meglio e adotterà tutte le misure necessarie per garantire il miglior servizio di assistenza possibile, ma non potrà essere ritenuta responsabile per problemi esterni alla sua organizzazione, come ad esempio il malfunzionamento delle apparecchiature degli Utenti o la mancanza di conoscenze tecniche sull’argomento dell’Applicazione.
​ In caso di indisponibilità del servizio di assistenza tramite i ticket, è possibile anche uno scambio via e-mail all’indirizzo: help@1stkyc.com
​ L’azienda farà del suo meglio per rispondere alle richieste presentate tramite ticket o e-mail, ma non garantisce tempi di risposta.

​ 9. – Prezzi
​ Fatto salvo l’articolo 10, i prezzi dell’Applicazione offerti dal sito sono prontamente disponibili alla pagina “Impostazioni/Informazioni generali” o su richiesta tramite i vari moduli disponibili sul sito www.1stkyc.com.
​ I prezzi annunciati sono validi per il trimestre solare in corso. Qualsiasi modifica sarà effettuata con un preavviso minimo di 15 giorni.
​ I prezzi pubblicizzati sono sempre al netto dell’IVA. L’applicazione dell’IVA è soggetta alle disposizioni di legge in vigore nel paese dell’utente.
​ L’azienda accetta solo i metodi di pagamento indicati sul sito. Il pagamento con assegno sarà sempre vietato.
​ Al momento della sottoscrizione, l’Utente sceglie la durata del suo impegno. Al termine di questo periodo, l’utente viene informato e invitato a prolungare l’abbonamento, che può scegliere liberamente di fare o meno.
​ Se il prezzo dell’abbonamento o di un eventuale rinnovo non viene pagato entro sette giorni di calendario, l’accesso dell’Utente ai dati sarà sospeso (si veda anche l’articolo 2 relativo alla conservazione dei dati e l’articolo 11: “condizioni di pagamento”).

​ 10. – Segmentazione del mercato
​ Nella misura in cui la politica fiscale può variare da un paese all’altro e nella misura in cui l’Applicazione è destinata a tutti i paesi, gli Utenti sono pienamente informati del fatto che i prezzi visualizzati sul Sito sono “neutri dal punto di vista fiscale”, vale a dire che sono al netto dell’IVA e di qualsiasi altro tipo di tassazione che un determinato paese può applicare alla vendita dei servizi dell’Applicazione a causa di un legame territoriale o di qualsiasi altro legame che collega gli Utenti o qualsiasi altra parte a quel paese.
​ Il Titolare accetta espressamente di essere consapevole che i prezzi sono espressi al netto di qualsiasi tassazione e che qualsiasi tassazione dovuta nel suo paese di origine può essere trasferita a lui/lei in aggiunta, vale a dire che i prezzi esposti possono essere aumentati dell’IVA o di qualsiasi altra tassa esistente o futura che può essere richiesta da uno Stato coinvolto a qualsiasi livello nel processo di fornitura dell’Applicazione messa a disposizione di tali Utenti dalla Società.

​ 11. – Condizioni di pagamento
​ Il diritto all’utilizzo dell’Applicazione viene fatturato in base a un listino prezzi che si trova nel menu Impostazioni / Informazioni generali e che tiene conto del volume di informazioni specifiche per ogni File gestito dal sistema. Questo diritto di utilizzo viene fatturato in anticipo, alla data di anniversario del passaggio alla versione a pagamento.
​ Le fatture vengono archiviate, dopo il pagamento, nel menu “Impostazioni/Mie fatture” dell’applicazione.
​ Il processo di pagamento è gestito da Stripe (www.stripe.com), che da solo conserva i parametri di pagamento per i File.
​ Al momento della registrazione, il Titolare sceglie le modalità di pagamento tra le opzioni offerte dal sito di raccolta STRIPE. Per l’esattezza
​ – carta di credito con addebito diretto
​ – Addebito diretto SEPA
​ Nel caso in cui l’organizzazione di pagamento STRIPE rifiuti l’addebito diretto per qualsiasi motivo, la Società avrà diritto a trasferire al Titolare almeno le spese imposte dal partner esterno Stripe® che, a titolo indicativo, sono generalmente pari a 7,50 euro per transazione rifiutata.
​ In caso di fattura non pagata entro 360 giorni, la pratica sarà considerata inadempiente e passibile di disattivazione, come indicato all’art.2 §11 del presente documento. Se il cliente che è andato in mancato pagamento desiderasse riattivare il suo conto entro 360 giorni, cioè prima del termine per la cancellazione dei suoi dati, dovrà pagare un importo che copra il periodo di effettiva conservazione dei suoi dati (come stabilito anche nell’art. 2).
​ Qualsiasi reclamo o richiesta di informazioni relative a questioni di fatturazione o di liquidazione deve essere indirizzata all’indirizzo e-mail invoices@1stkyc.com.

​ 12. – Periodo di prova dell’applicazione
​ L’applicazione prevede un periodo di prova gratuito.
​ Durante il periodo di prova, l’accesso gratuito all’Applicazione è limitato a quindici giorni e a un singolo File, con un limite di 15 record per File.
​ Un Proprietario può invitare nella sua Cartella tutti gli altri Utenti che desidera.

​ 13. – Proprietà del software, dell’applicazione e dei diritti di proprietà intellettuale
​ L’applicazione messa a disposizione degli utenti è un’applicazione “cloud”, ovvero è ospitata su un server di proprietà dell’azienda. Gli utenti inviano richieste di ricerca tramite il proprio computer al server dell’azienda, che invia loro i risultati delle ricerche. Questi risultati vengono archiviati e gli archivi sono accessibili agli utenti.
​ L’utente non è quindi proprietario del software che consente al server dell’azienda di effettuare le ricerche in questione, né del server stesso, né di tutto ciò che riguarda la progettazione dell’intera soluzione disponibile in remoto per l’utilizzo: l’utente ha solo un diritto di utilizzo dell’insieme e, finché continua a trovarsi in un periodo di tempo per il quale è in regola con il pagamento, un diritto di accesso allo storico delle sue richieste e ai relativi archivi.
​ Questo secondo aspetto del suo diritto d’uso, il primo dei quali è l’esecuzione di ricerche, deve consentirgli di dimostrare, senza problemi di archiviazione interna, che ha effettivamente adempiuto ai suoi doveri di ricerca in tempo utile.
​ Trattandosi di un prodotto “virtuale”, nel senso che l’utente paga per il diritto di utilizzarlo a distanza, è bene sottolineare che i diritti intellettuali rimangono di esclusiva proprietà dell’azienda, tanto più che non è tecnicamente possibile scaricare l’applicazione per installarla in modo che venga eseguita su una macchina indipendente dal server dell’azienda.
​ I diritti intellettuali dell’azienda sono ad essa strettamente riservati e non possono in alcun caso essere acquisiti o anche solo affittati dall’utente che, ripetiamo, ha solo un diritto d’uso.
​ I diritti intellettuali sono quei diritti qualificati come tali dalle definizioni date dai diversi ordinamenti giuridici del mondo, sia che si tratti di ordinamenti giuridici che di definizioni che derivano da ordinamenti di Common Law e che sono quindi legalmente riconosciute, e in particolare:
​ – Diritti d’autore, brevetti, segreti commerciali, know-how, marchi, brevetti, invenzioni, design, loghi, trade dress, diritti morali (vedi sotto, ad es. copyright), marchi di fabbrica, slogan e altre formule pubblicitarie e derivati di qualsiasi tipo, utilizzati per scopi commerciali professionali, e qualsiasi altra forma di diritti privati immateriali
​ – qualsiasi applicazione o diritto di applicazione dei suddetti diritti
​ Tali diritti possono essere trasferiti solo in modo strettamente limitato e solo in virtù di un accordo esplicito, preventivo e scritto della Società.
​ Un rinnovo, un’estensione o un ripristino implicito di questa assegnazione di licenza non è sinonimo di assegnazione.
​ In altre parole ed in sintesi, i diritti intellettuali implementati o utilizzati nell’ambito dell’utilizzo del sito rimangono di proprietà della Società, a meno che non sia stato espressamente concordato diversamente per iscritto.
​ I diritti di proprietà intellettuale relativi al sito e alla sua immagine sono anch’essi di proprietà esclusiva della Società e comprendono in particolare
​ – I diritti di riproduzione e comunicazione al pubblico.

​ 14. – Modalità di sfruttamento dell’applicazione
​ La Società è l’unica ad avere il diritto di sfruttamento l’applicazione, in tutto o in parte, con qualsiasi tecnica su qualsiasi supporto ed in particolare:
​ – Un mezzo di comunicazione online, tra cui Internet, nonché qualsiasi rete Intranet, qualsiasi terminale informatico in luoghi privati e/o pubblici. L’autorizzazione a riprodurre su Internet comprende anche l’autorizzazione a stabilire qualsiasi link da o verso il sito in cui l’applicazione è riprodotta, e in generale a fare qualsiasi uso normale del sito e del suo contenuto;
​ – Un supporto “cartaceo” come:
​ – pubblicazione totale o parziale in un periodico, pubblicazioni informative, libri, dizionari, istruzioni per l’uso, ecc.
​ – il diritto di riprodurre l’applicazione su un altro supporto, compresi i supporti informatici off-line come CD-ROM, banche dati, dischetti, DVD, chiavette USB, flash drive, ecc.
​ – Il diritto di riprodurre l’applicazione in un numero illimitato di copie per ogni supporto;
​ – Il diritto di distribuire l’applicazione e di comunicarla al pubblico con qualsiasi tecnica di comunicazione, compresa la comunicazione via cavo, satellite, radio, Internet e reti informatiche;

​ 15. – Proprietà intellettuale specifica
​ L’Utente dell’applicazione 1stKYC è informato che la Watchlist utilizzata dal sistema è limitata agli usi previsti dall’applicazione 1stKYC, ad esclusione di qualsiasi altro uso.
​ La Watchlist è riservata e non può essere alterata, modificata, utilizzata o divulgata in alcun modo.
​ Nessuna delle parti può cedere o trasferire, a titolo oneroso o gratuito, tutti o parte dei propri diritti o obblighi ai sensi del Contratto a terzi senza il previo consenso scritto dell’altra parte: questa clausola è generica e si applica a tutti gli aspetti dell’attività della Società e ai presenti Termini e condizioni, ed è particolarmente applicabile a tutta la proprietà intellettuale.

​ 16. – Richieste di risarcimento e legge applicabile
​ Per quanto riguarda i reclami, occorre distinguere tra reclami di carattere generale e reclami riguardanti più specificamente la fatturazione.
​ Per qualsiasi disputa, controversia o reclamo derivante dall’applicazione dei presenti termini e condizioni generali o di qualsiasi successiva modifica degli stessi (ivi compresi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la formazione, la validità, l’effetto vincolante, l’interpretazione, l’esecuzione, la violazione o la risoluzione) e qualsiasi reclamo extracontrattuale, o, in generale, qualsiasi reclamo diverso da quelli relativi al punto specifico della fatturazione (vedi sotto), a pena di nullità (irricevibilità), le parti, cioè la Società e il Proprietario, si impegnano a cercare prima un accordo attraverso la mediazione con un mediatore autorizzato.
​ Le parti si impegnano, ai sensi dell’articolo 1725, § 1 del Codice giudiziario, ad avviare un processo di mediazione con un mediatore avvocato accreditato prima di avviare qualsiasi azione legale.

​ A meno che le parti non abbiano espressamente concordato diversamente, la mediazione non può superare i 3 mesi dalla data di nomina del mediatore.

​ Il luogo della mediazione sarà Liegi (B), la lingua della procedura sarà il francese e l’avvocato o gli avvocati mediatori saranno scelti dall’elenco dei mediatori approvati dal Tribunale di Liegi per la mediazione civile e commerciale (elenco disponibile online: https://barreaudeliege-huy.be/fr/reglement-des-conflits/mediation/mediation-civile-et-commerciale ).
​ Nel caso in cui la mediazione fallisca, e solo in questo caso, la controversia sarà sottoposta esclusivamente ai tribunali di Liegi (B).
​ Le presenti condizioni generali sono disciplinate dalla legge belga. Le presenti Condizioni Generali sono redatte in francese. Questa lingua sarà accettata come unica lingua di riferimento. Le traduzioni in altre lingue sono solo a scopo informativo.
​ I reclami relativi alle fatture devono essere presentati per iscritto entro 8 giorni di calendario dalla data di invio della fattura e/o del riepilogo via e-mail, pena la decadenza. Le fatture il cui riepilogo (e-mail) non sia stato contestato entro il termine stabilito non saranno in ogni caso più contestabili al momento del ricevimento.

​ 17. – Spese legali
​ Nel caso in cui una controversia relativa a un obbligo di pagamento venga portata in tribunale, si ricorda che tutti i Paesi dell’Unione Europea, per via legislativa o giurisprudenziale, hanno riconosciuto il principio di un “ragionevole indennizzo per i relativi costi di riscossione sostenuti a causa del ritardo di pagamento”.
​ A titolo informativo, nella pratica si tende a concedere un risarcimento pari ad almeno il 10% dell’importo dovuto, per la sola indennità processuale, senza pregiudizio di altri danni o di quelli sopra menzionati e senza contare le spese dell’ufficiale giudiziario e di altri.
​ Per qualsiasi controversia derivante dall’utilizzo del sito si applica la legge belga. I tribunali di Liegi (B) hanno competenza esclusiva.

​ 18. – Riservatezza delle informazioni e dei dati
​ Esistono due tipi di dati:
​ – Dati relativi agli Utenti stessi e ai loro beneficiari, ossia i dati dei Titolari e degli Utenti paganti o non paganti del Sito e dell’Applicazione: ai sensi del regolamento RGPD, i dati raccolti sono più che minimi, essendo limitati a quanto strettamente necessario per la corretta esecuzione del rapporto contrattuale con la Società, e non vengono conservati oltre il necessario, fermo restando che in questo caso la durata è influenzata dalla direttiva antiriciclaggio o dalla IV direttiva: per quanto riguarda questi dati, si vedano gli articoli 19 e 22
​ – Dati inviati dagli Utenti sotto la propria responsabilità al fine di adempiere agli obblighi antiriciclaggio previsti dalle Direttive EU. Questi vengono inviati al server dell’azienda che poi interroga altri database, in base alle istruzioni dell’utente. Di norma, quando si parla di “dati”, si fa riferimento a questo secondo tipo di dati, quelli inviati dall’Utente al server della Società nel contesto di una ricerca antiriciclaggio.
​ Si noti che la Società non effettua alcun trattamento dei dati: i dati inviati dal cliente vengono distribuiti automaticamente dal software della Società, che interroga altri server e il cliente riceve in cambio i risultati di tali interrogazioni; lo strumento fornito dalla Società serve semplicemente a semplificare le operazioni di ricerca raccomandate dalla IV Direttiva Antiriciclaggio con le banche dati esterne.
​ La Società adotta tutte le misure necessarie per preservare l’integrità dei dati memorizzati sul proprio sito dagli Utenti.
​ L’Utente rimane l’unico responsabile dei dati da lui inviati alla Società e si raccomanda pertanto di effettuare una copia di backup prima di qualsiasi trasmissione.
​ Questa copia deve essere conservata dal cliente fino alla verifica finale del trasferimento e almeno per un periodo di 5 anni (periodo di conservazione stabilito in riferimento alle raccomandazioni della quarta direttiva antiriciclaggio).
​ Se tale copia non viene conservata per questo periodo, la Società non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per eventuali dati mancanti o danneggiati.
​ Allo stesso modo, l’accesso ai dati riservati (come password, informazioni relative ai clienti dell’Utente, ecc.) registrati nell’Archivio è di esclusiva responsabilità dell’Utente che, salvo in caso di evidente dolo, non può ritenere la Società responsabile se tali dati vengono utilizzati, diffusi, rubati o violati.
​ Allo stesso modo, la Società non può essere ritenuta responsabile di eventuali incidenti, non imputabili alla stessa, che comportino una diffusione anomala delle informazioni memorizzate sul suo sito.

​ 19. – Informativa sulla privacy dell’azienda e informazioni ai sensi del Regolamento sulla protezione dei dati – RGPD
​ La nostra azienda fornisce servizi che comportano la raccolta di dati personali di persone fisiche residenti, in particolare, nell’Unione Europea ed è pertanto soggetta al RGPD.
​ Ai fini del RGPD, i dati in questione sono quelli dei Titolari e degli Utenti del Sito e dell’Applicazione, a prescindere dal fatto che paghino o meno, e non quelli che essi stessi inseriscono nei loro File. I dati che i Titolari e gli Utenti codificano nelle loro Cartelle sono di loro esclusiva proprietà, sono posti sotto la loro esclusiva responsabilità e sono criptati in modo tale che il responsabile dello sviluppo della Società possa accedervi solo con il loro consenso (consenso esplicito del Titolare) nella misura in cui ciò implica una collaborazione attiva nell’implementazione della decodifica della chiave informatica da parte dei membri della Società.
​ In qualità di persona fisica residente nell’Unione Europea, il Titolare e l’Utente prestano il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili.
​ In qualità di azienda, per quanto riguarda i dati personali dei vostri dipendenti, amministratori, azionisti o altri, riteniamo che il trattamento dei loro dati personali sia necessario ai fini degli interessi legittimi perseguiti dalla nostra azienda (principalmente, per quanto riguarda il nostro sito web: informazioni sui clienti) in conformità con l’articolo 6 f del GDPR.
​ La nostra azienda conserva queste informazioni solo per il periodo in cui è stato concesso il diritto di utilizzo o per la durata degli obblighi legali derivanti dalla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, nonché in virtù degli obblighi di responsabilità.
​ Le nostre procedure interne e i nostri server sono progettati per garantire la massima sicurezza dei vostri dati.
​ I vostri diritti, come garantito dal GDPR, sono i seguenti:
• Un diritto di accesso facilitato.
​ In caso di richiesta di accesso da parte di una persona fisica (Titolare o Utente) ai propri dati personali, oltre al fatto che essi fanno parte del suo Fascicolo personale e sono a lei accessibili, tale persona fisica può contattare il nostro Responsabile dei dati (vedi sotto) incaricato delle notifiche, che avrà quindi a disposizione un mese al massimo per soddisfare la richiesta: in questo caso, al Titolare verrà chiesta una preventiva autorizzazione scritta all’accesso alla chiave di cifratura da parte della Società, che altrimenti non avrà accesso a tali dati.
​ In qualsiasi momento, un Utente può visualizzare i propri dati personali registrati sul Sito, consultando la pagina “Il mio account”.
​ Il diritto all’oblio
​ In ogni caso, l’Utente può cancellare il proprio account, il che avrà come effetto l’immediata cancellazione di tutti i suoi dati personali, con il corollario che non potrà più accedere alle Applicazioni.
​ Se un Proprietario cancella il proprio account, cancella anche, oltre ai propri dati personali, la/e Cartella/e di cui è Proprietario e i dati relativi agli Utenti.
​ Diritto di limitare il trattamento
​ Questo diritto è applicabile solo in alcuni casi specifici previsti dall’articolo 18 del GDPR. Contattateci se ritenete di trovarvi in uno di questi casi.
​ Diritto alla portabilità dei dati.
​ Si tratta di un nuovo diritto, derivante dal GDPR, che consente a una persona di recuperare i dati che ha fornito, in una forma facilmente riutilizzabile e, se necessario, di trasferirli a una terza parte. Accedendo al menu “Il mio profilo” e facendo clic sul pulsante “Esporta dati”, tutte le informazioni contenute nei vostri file vi verranno trasferite in un formato elettronico aggiornato”.
​ Informazioni sulla sicurezza dei dati
​ Notifica di violazione dei dati. Le aziende dovranno intervenire in caso di violazione della sicurezza che comporti la distruzione, la perdita, l’alterazione o la divulgazione non autorizzata dei dati.
​ In caso di violazione della sicurezza, la Società informerà l’autorità di regolamentazione competente (l’Autorità per la protezione dei dati) entro 72 ore. Le persone interessate saranno informate il prima possibile se la violazione dei dati comporta un rischio elevato per i loro diritti e libertà.
​ Backup
​ Il nostro server è soggetto a una procedura di back-up giornaliera effettuata dalla società di hosting OVH di Francoforte (Germania). In qualità di subappaltatore, questa società si è impegnata ad applicare il RGPD e a notificarci qualsiasi compromissione dei dati.
​ Termini e condizioni della società di hosting
​ Le condizioni generali della società di hosting, OVH, sono disponibili sul loro sito web (https://www.soyoustart.com/fr/mentions-legales.xml).
​ Responsabile della protezione dei dati
​ La nostra azienda ha meno di 25 dipendenti e il signor Michel Vansimpsen (michel@1stkyc.com) è anche il responsabile della protezione dei dati. Gli utenti sono invitati a tenere conto delle dimensioni dell’Azienda quando si rapportano con la persona che assume le funzioni di DPO.
​ Software e dati
​ I dati delle persone fisiche e giuridiche registrate dagli Utenti sono memorizzati in tabelle SQL situate sul server OVH. Questi dati sono sistematicamente criptati dal sistema; i dipendenti della nostra azienda non sono a conoscenza della chiave di cifratura, che è detenuta esclusivamente dal Responsabile dello Sviluppo. Quest’ultimo non può accedervi senza l’esplicito consenso e la collaborazione del Titolare del file, nell’ambito di una chiara procedura eccezionale che richiede il consenso del Titolare per accedere alla chiave di crittografia che rende accessibili questi dati.
​ Per le procedure di risoluzione dei problemi, la Società utilizzerà un software che le consente di collegarsi in remoto al computer dell’utente (ad esempio “Teamviewer”) per la risoluzione dei problemi e con il consenso e la collaborazione dell’utente.
​ Riferimenti
​ In deroga al primo comma dell’art. 18, il Titolare accetta che il logo della propria azienda/ente sia inserito in una pagina “Riferimenti / Utilizzano 1stKYC” sul sito web della Società.
​ Nel caso in cui il Titolare si opponga a tale inserimento, deve darne comunicazione alla Società, e più precisamente al DPO, all’indirizzo michel@1stkyc.com.

​ 20. – Gestione del personale
​ Il responsabile delle risorse umane è Michel Vansimpsen.
​ Lui e i direttori dell’azienda hanno accesso alla directory specifica in cui sono archiviate tutte le informazioni personali (buste paga, ecc.) del personale dell’azienda.

​ 21. – Gestione dei subappaltatori
​ Come sviluppato nei punti precedenti, la Società non trasmette mai i dati a operatori esterni di alcun tipo, a parte la società di hosting (vedi sotto).

​ Se la Società deve ricorrere a subappaltatori, come nel caso dei server che utilizza, si tratta di soggetti che beneficiano del massimo grado possibile di sicurezza e riservatezza.

​ Se, per impossibilità e in futuro, l’azienda dovesse ricorrere ad altri soggetti esterni, farà sempre in modo, come detto ab initio, che questi si assoggettino alle presenti condizioni generali, compresa la tutela dei dati e dei diritti dei titolari e degli utenti degli abbonamenti e dei file.

​ Per essere più precisi sulla loro identità, la Società lavora essenzialmente con due subappaltatori:
​ – l’host delle nostre applicazioni è la società OVH, 2 rue Kellerman in F59100 Roubaix (Francia), RC 424 761 419 00045,
​ – il fornitore del database della Watchlist è NameScan, Suite 213, 7 Railway Street, Chatswood, NSW207, Australia
​ – la suddetta società Stripe, che si occupa esclusivamente del pagamento dell’abbonamento da parte degli utenti e la cui sede legale si trova a Dublino (Irlanda), 1Grand Canal Street Lower, Grand Canal Dock, D02H210.
​ I subappaltatori rimarranno gli unici responsabili di qualsiasi danno diretto o indiretto che possa derivare dall’esecuzione del presente contratto, sia nei confronti dell’azienda che degli Utenti.

​ Si ricorda che i subappaltatori sono obbligati a stipulare a proprie spese, rischio e pericolo le assicurazioni richieste (e, più in particolare, devono stipulare un’assicurazione per la responsabilità operativa e post-consegna nella misura del rischio connesso al loro incarico) e a garantire il pagamento puntuale dei premi.

​ In particolare, il subappaltatore dovrà tenere indenne, se necessario a prima richiesta, la Società da qualsiasi rivendicazione da parte di terzi che sostengano di avere un diritto intellettuale o industriale su tutto o parte del lavoro svolto dal subappaltatore ai sensi del presente contratto.

​ Se la Società viene chiamata in causa nell’ambito di un problema che la coinvolge, il subappaltatore assisterà la Società nella sua difesa e si farà carico di tutte le spese legali sostenute dalla Società nell’ambito di procedimenti intentati dal cliente finale e/o da terzi, nonché di tutti i danni a cui la Società può essere condannata in conseguenza del servizio fornito ai sensi del presente contratto.

​ In questo contesto, oltre al fatto che il subappaltatore è tenuto ad assicurare la propria responsabilità civile che copre, in particolare, i danni dovuti a terzi, ma anche la propria responsabilità professionale operativa, l’assicurazione del proprio personale contro gli infortuni sul lavoro, ecc., ha riconosciuto che può avere accesso a informazioni sensibili e riservate e che tali informazioni devono essere trattate da lui, dalle eventuali società consociate e dai dipendenti, o anche dai clienti e dai fornitori o da qualsiasi altro co-appaltatore, entro i limiti rigorosi delle presenti condizioni generali e in conformità alle leggi e ai regolamenti dell’UE e del Belgio.

​ Il subappaltatore si impegna pertanto a trattare in modo strettamente confidenziale tutte le informazioni che gli vengono comunicate nell’ambito dell’accordo che lo lega all’azienda e ad astenersi dal divulgarle o utilizzarle a beneficio di persone o enti diversi dall’azienda o al di fuori di questa missione. Si noti inoltre che il subappaltatore si è impegnato a rispettare tale obbligo di riservatezza, anche, se del caso, da parte dei suoi agenti, partner e dipendenti.

​ 22. – Informazioni generali sul RGPD
​ Il “Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, abbreviato in RGPD” è relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione di tali dati e abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati)”. GU L 119 del 4.5.2016, pagg. 1-88, § (n.d.), htp://data.europa.eu/eli/reg/2016/679/oj (“GDPR”).
​ La nostra azienda fornisce servizi che comportano la raccolta di dati personali di persone fisiche residenti, tra l’altro, nell’Unione Europea, ed è pertanto soggetta al GDPR. Inoltre, tratta i dati personali dei suoi partner, collaboratori e dipendenti.
​ In qualità di incaricati del trattamento, confermiamo di aver adottato le procedure richieste dal GDPR e ci impegniamo a comunicare tempestivamente ai Titolari qualsiasi informazione relativa al trattamento dei dati da parte di terzi.
​ Chiunque necessiti di ulteriori informazioni può contattare l’Autorità per la protezione dei dati personali all’indirizzo contact@apd-gba.be, o qualsiasi altro organismo analogo all’interno dell’Unione Europea.
​ Il sito web di questo organismo è: htp://www.autoriteprotectiondonnees.be/ ).
​ Il cliente è l’unico responsabile di qualsiasi uso illegale degli strumenti forniti.
​ *
​ Lo staff di 1stKYC desidera ringraziarvi per la vostra fiducia e farà tutto il possibile per garantire agli utenti un elevato livello di soddisfazione.

Print Friendly, PDF & Email